COMUNICATO STAMPA DEL 6 NOVEMBRE 2015

Please follow and like us:
0

MUSEI: MIBACT CREA TEAM CONSULENTI PER ‘SUPERMANAGER’

 PRESSPHOTO Biblioteca Nazionale , Learco Nencetti

“Prima che tutti i super direttori manager dei musei dotati di autonomia speciale entrino in effettivo servizio (entro il 31 dicembre 2015, si spera) – spiega Confsal-Unsa con il coordinatore per la Toscana, Learco Nencetti – viene istituito alla chetichella (e a conoscenza solo dei diretti interessati, quindi segretamente, dal momento che sono state tenute all’oscuro le OO.SS.) un gruppo di consulenza ed assistenza, con tanto di esclusivo ‘Help Desk Musei’ a loro disposizione h24”. “Praticamente una task force esclusiva creata solo per loro con una individuazione di 10 gruppi di assistenza e consulenza, formati per ora da dirigenti del MiBact, di cui un direttore generale, 5 dirigenti di secondo livello, 2 funzionari ed un ingegnere di Arcus spa”.

Le materie con cui, da Roma, verranno aiutati i supermanager sono: bilancio, impegni giuridici ed esercizio della spesa; gestione del personale e relazioni sindacali; valorizzazione e tutela del patrimonio culturale; prestiti di opere per mostre; sponsorizzazioni; erogazioni liberali; accordi di valorizzazione e protocolli di programma; concessioni demaniali; sicurezza e logistica del patrimonio immobiliare. Secondo lo schema individuato dal Mibact il gruppo remoto dovrà rispondere da Roma ai quesiti posti, sulle varie materie, dai direttori dei musei speciali.

Dichiara sempre Nencetti: “E’ troppo bello e umiliante venire a scoprire che mentre per gli attuali dirigenti interni del Ministero mai e poi mai sono state costituite, o messe a disposizione, task force per il chiarimento o la risoluzione di problematiche inerenti la gestione dei propri istituti”, i nuovi manager avranno “la consulenza in tempo reale h24 di ben 10 gruppi di lavoro specializzati”. Ed “è veramente imbarazzante – prosegue Nencetti – percepire che i nuovi 20 super direttori manager di fatto non hanno ben chiaro cosa devono venire a dirigere, se solo si pensa che per ogni loro dubbio o chiarimento possano disporre di 10 gruppi di lavoro diversi”. Inoltre “che tempi di attesa avremmo per definire anche la più semplice questione se prima costoro dovranno aspettare una convincente risposta dall’help desk dei musei?”. “Quali sono – chiede – le loro prerogative manageriali per i quali sono stati selezionati rispetto ai nostri dirigenti e funzionari interni che invece sono stati scartati a priori?”.

Si allega la documentazione di cui trattasi.

UFFICIO STAMPA

06.67232348 – 2889

Stampa e Scarica il comunicato stampa del 06.11.2015 e i relativi allegati

Please follow and like us:
0