BOLLETTINO SINDACALE N. 9 DEL 9 SETTEMBRE 2015

Please follow and like us:
0

DPCM DEL 26 GIUGNO 2015, RECANTE: “DEFINIZIONE DELLE TABELLE DI EQUIPARAZIONE FRA I LIVELLI DI INQUADRAMENTO PREVISTI DAI CONTRATTI COLLETTIVI RELATIVI AI DIVERSI COMPARTI DI CONTRATTAZIONE DEL PERSONALE NON DIRIGENZIALE”

(Registrato dalla Corte dei conti in data 17 agosto 2015, Reg. ne. – Prev. n. 2105)

(In attesa della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale)

 mobilita-300x300

Il Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione ha reso noto il DPCM del 26 giugno 2015 (che si allega), denominato “Definizione delle tabelle di equiparazione fra i livelli di inquadramento previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione del personale non dirigenziale” nelle more della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Poi, per quanto riguarda il MiBACT, poiché vi sono già le risorse precedentemente accantonate e l’autorizzazione a procedere, secondo il dispositivo introdotto dal DPCM, potrebbero essere inviate le lettere di informativa ai diretti interessati al fine della decisione finale se accettare l’inquadramento (il passaggio) oppure ritornare alla sede di provenienza.

Vediamo, assieme, i contenuti più rilevanti:

L’articolo 1 prevede che le tabelle saranno utilizzate per i processi di mobilità fra i comparti del personale non dirigenziale e individuano la corrispondenza fra i livelli economici di inquadramento previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione.

Restano fermi i criteri per la comparazione dei livelli di inquadramento derivanti dai rispettivi ordinamenti professionali e dal presente decreto. Le tabelle di corrispondenza in allegato al Decreto non hanno valore innovativo, integrativo o modificativo degli ordinamenti professionali vigenti.

Vediamo in particolare i significati delle Tabelle:

  • Le tabelle da 1 a 8 (Tab. 1-Ministeri, Tab. 2-Agenzie fiscali, Tab. 3-Presidenza del Consiglio dei ministri, Tab. 4-Enti pubblici non economici, Tab. 5-Regioni ed enti locali, Tab. 6-Servizio sanitario nazionale, Tab. 7-Università, Tab. 8-Istituzioni ed enti di ricerca) definiscono le corrispondenze dei livelli economici del personale del comparto nella prima colonna con gli altri comparti di contrattazione indicati nelle successive colonne sulla base del criterio di cui all’articolo 2, comma 3.
  • La Tab. 9 definisce la corrispondenza del personale del comparto Scuola e AFAM rispetto al comparto Ministeri e si integra, per gli altri comparti, con la Tab. 1.
  • Il segretario comunale è stato collocato nella fascia professionale C e viene equiparato alla categoria o area professionale più elevata presso l’amministrazione di destinazione con inquadramento nella fascia economica secondo i criteri del decreto.
  • La Tab. 10 definisce la corrispondenza del personale Unioncamere, Cnel ed Enac rispetto al comparto Ministeri e si integra, per gli altri comparti, con la Tab. 1.

Ulteriori precisazioni rilevanti contenute nel testo del Decreto sono riferite ai criteri di inquadramento e del trattamento economico e previdenziale del personale oltre la precisazione che il contenuto del Decreto è da riferire alla vigente disciplina contrattuale, senza necessità di ulteriori passaggi. 

Cordiali saluti 

IL COORDINAMENTO NAZIONALE

CONFSAL-UNSA BENI CULTURALI

Stampa e scarica il bollettino sindacale e i relativi allegati

Please follow and like us:
0