STOP ALLA RIFORMA DEL MIBACT E AVVIO DELL’ITER PARLAMENTARE

Please follow and like us:
0

IL RIASSETTO ENTRO IL 28 FEBBRAIO 2014 E RIDUZIONE DEI DIRIGENTI DEL 20%

È di oggi la notizia che Ministero dei Beni, delle Attività culturali e del Turismo ha comunicato che, a seguito delle modifiche apportate al Senato alla disciplina della riorganizzazione dei ministeri prevista nel decreto “Milleproroghe” e al fine di approfondire le proposte emerse nei confronti della riorganizzazione del Ministero, comprese quelle rappresentate dai presidenti delle Commissioni Cultura di Camera e Senato, è stato deciso di procedere subito al riassetto del Mibact chiesto dalla legge Spending Review nei termini già previsti, e di definire la riforma complessiva con il coinvolgimento del Parlamento, attraverso l’iter ordinario con decreto del Presidente della Repubblica.

Pertanto, come previsto dalla Spending Review, il MiBACT deve procedere ad un taglio del 20 % dei posti dirigenziali e questo riassetto, avverrà entro il 28 febbraio p.v. , mentre per la riforma vera e propria ciò avverrà, come già detto, attraverso il coinvolgimento del Parlamento e delle Commissioni.

Oggi pomeriggio, comunque il Capo di Gabinetto del Ministro ancora in carica, incontrerà le OO.SS. e con molta probabilità ciò servirà a fare maggiore chiarezza su questa complessa procedura sul riassetto organizzativo del DPR e soprattutto, dovrà fornire le risposte alle richieste formulate dalle stesse OO.SS, circa i malumori che lo schema di riforma aveva destato.

Cordiali saluti
IL COORDINAMENTO NAZIONALE
CONFSAL-UNSA BENI CULTURALI
Please follow and like us:
0