LEGGE DI STABILITÀ 2014 PUBBLICATA IN GAZZETTA UFFICIALE

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Tumblr
  • LinkedIn
  • Blogger
  • Pinterest
  • Email
  • RSS

Legge 27.12.2013 n° 147 , G.U. 27.12.2013

Riteniamo utile pubblicare il testo della Legge di stabilità 2014 approvata con la Legge 27 dicembre 2013 n. 147, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale n. 302 del 27 dicembre 2013.

Il provvedimento è composta da un solo articolo ma ben 749 commi.

Per approfondimenti vedi la tabella delle novità che riportiamo qui di seguito:

LEGGE DI STABILITA’ 2014: LA TABELLA DELLE NOVITA’

ACE (Aiuto alla Crescita Economica)

Aumenta l’incentivo alla patrimonializzazione delle   imprese; con l’ACE la deduzione dal reddito complessivo di importo   corrispondente al rendimento nozionale del nuovo capitale proprio passa dal   3% di oggi al 4% nel 2014, al 4,5% nel 2015 e al 4,75% nel 2016.
Ammortizzatori sociali Stanziamento di ulteriori 600 milioni di euro per rifinanziare gli ammortizzatori sociali in deroga (cassa integrazione guadagni e mobilità).
Bonus arredi Prorogata al 2014 la detrazione fiscale del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, con tetto di spesa fino ad € 10.000.
Casa

Si   chiamerà Imposta Unica Comunale (IUC) la nuova tassa immobiliare,   composta da: Imu, che sarà pagata dal proprietario, con esclusione   delle prime abitazioni non di lusso; Tasi, tributo sui servizi indivisibili   dei comuni, che sarà pagata dal proprietario e, in quota variabile tra il 10%   ed il 30%, dall’inquilino; Tari, la tassa sui rifiuti, che sarà pagata   dal proprietario o dall’inquilino. Per le detrazioni sulla casa a favore   delle famiglie meno abbienti sono previsti 500 milioni di euro complessivi,   che entro il 31 gennaio saranno ripartiti tra i comuni.

Introdotto il   fondo di garanzia prima casa: stanziati 600 milioni di euro   complessivi per il triennio 2014-2016 per la concessione di garanzie a   prima richiesta su mutui ipotecari per l’acquisto della prima casa, con   priorità per giovani coppie o genitori single con figli minori.

Cuneo fiscale Elevate le detrazioni Irpef per lavoro dipendente   per i redditi fino a € 55.000.
Distributori automatici Possibile aumento, dal 1° gennaio 2014, di alimenti   e bevande vendute mediante distributori automatici, al fine di adeguare i   prezzi all’incremento dell’aliquota Iva (dal 4% al 10%).
Ecobonus e ristrutturazioni edilizie Per le spese di riqualificazione energetica,   è confermata la detrazione con aliquota al 65% nel 2014 e al 50% nel 2015;   nel 2016 si tornerà al 36%. Per le ristrutturazioni edilizie (tetto di   € 96.000), lo sconto fiscale sarà pari al 50% nel 2014, al 40% nel 2015 e al   36% nel 2016.
Equitalia Possibilità di pagare le cartelle esattoriali emesse   da Equitalia fino al 31 ottobre 2013 senza interessi, con l’obiettivo   di alleggerire il contenzioso tributario attivo e di reperire risorse.   Pagamento dell’intero importo, in soluzione unica, entro il 28 febbraio 2014.
Imprese La deducibilità dell’Imu da Ires e Irpef versata sui   capannoni cresce, per il solo periodo d’imposta 2013, dal 20% al 30%.
Infrastrutture e trasporti Anas: per la   manutenzione della rete stradale e la prosecuzione degli interventi   programmati, stanziati 335 milioni di euro.Rete ferroviaria: per l’anno   2014, previsti 500 milioni di euro per la relativa manutenzione.

Spiagge: doppia   strada per la sanatoria dei contenziosi pendenti al 30 settembre 2013 in   ordine al pagamento dei canoni demaniali marittimi; versamento in soluzione   unica di un importo pari al 30% di quanto dovuto o versamento rateale (fino a   un massimo di 9 rate) di un importo pari al 60% di quanto dovuto, oltre agli   interessi legali.

Stadi:   semplificata la procedura per la costruzione e ristrutturazione di impianti   sportivi, con esclusione della possibilità di realizzare complessi di   edilizia residenziale.

Pensioni Nel triennio 2014-2016, rivalutazione al   100% dei trattamenti pensionistici solo nel caso di assegni di   importo fino a tre volte il minimo Inps; all’aumentare   dell’importo, prevista la riduzione della rivalutazione.
Pensioni d’oro Il contributo di solidarietà, sulle pensioni   superiori a 90.000 euro lordi annui,  viene fissato in una quota pari   al:

  • 6% per la parte compresa fra 14 e 20 volte il minimo (90.168-128.811 euro lordi annui);
  • 12% per la parte compresa fra 20 e 30 volte il minimo (128.811-193.217 euro lordi annui);
  • 18% per la parte che va oltre 30 volte il minimo (14.863 euro lordi al mese).
Prodotti finanziari e depositi esteri Dal 2014 aumenta l’imposta di bollo sulle comunicazioni   ai clienti relative ai prodotti finanziari e sui depositi esteri.
Pubblico impiego Blocco della contrattazione per tutto il 2014. Stop   al turn-over fino al 2018 con assunzioni:

  • 2015 al 40% dei ritiri;
  • 2016 al 60% dei ritiri;
  • 2017 al 79% dei ritiri;
  • 2018 al 100% dei ritiri.

Introdotto il tetto a 300 mila euro per il cumulo   tra pensioni e stipendi pubblici.

Tracciabilità affitti Introdotto il divieto di pagare in denaro contante i   canoni di locazione, di qualunque importo (ad eccezione per case popolari ed   enti assimilati), con affidamento di attività di monitoraggio ai Comuni.
Web Tax Introdotto l’obbligo di partita iva per gli spazi   pubblicitari ed il diritto d’autore sul web. L’entrata in vigore è stata   posticipata al 1° luglio 2014 dal Decreto Legge 30 dicembre 2013, n. 151.

Scarica il Testo della Gazzetta Ufficiale

Share and Enjoy