RESOCONTO DELLE RIUNIONI AL TAVOLO NAZIONALE DEL 3 MAGGIO 2022

Please follow and like us:
0

INCONTRO CON IL CAPO DI GABINETTO

PROGETTO PER IL PIANO DI VALORIZZAZIONE ANNO 2022 E SUO PROTOCOLLO D’INTESA.

RIDISTRIBUZIONE POSIZIONI ORGANIZZATIVE SECONDO ECONOMIE RISULTANTI.

Si comunica che in data odierna si sono tenute due riunioni al tavolo nazionale.

La prima riunione che si è tenuta alle ore 10.30 ha avuto all’ordine del giorno i seguenti argomenti:

  1. Progetto per il piano di valorizzazione anno 2022 e suo protocollo d’intesa.
  2. Ridistribuzione posizioni organizzative secondo economie risultanti.

Dobbiamo evidenziare che su ambo gli argomenti da parte nostra è stata richiesta in termini di una maggiore trasparenza, una modalità chiara e significativa che interessi sia l’attribuzione delle somme da assegnare Istituto per Istituto quanto quella delle Posizioni Organizzative Complesse.

Al termine del primo ordine del giorno sul Piano di Valorizzazione 2022 è stato approvato quindi il protocollo d’intesa.

In breve sostanza si è trattato di un apprezzamento generale rispetto al protocollo per la rivisitazione delle somme assegnate.

Il criterio delle attribuzioni delle somme da assegnare è stato eseguito secondo il numero delle unità effettivamente presenti in tale Istituto.

La modalità della ripartizione delle somme assegnate è consistita nel considerare anche le due Direzioni Generali quali la DG-OR e la DG-Bilancio che hanno fornito i dati rispetto al personale effettivo e alle unità che saranno impegnate nei vari progetti de Piano di Valorizzazione anno 2022.

Alcune perplessità riscontrate sin da subito da parte nostra ed evidenziate nell’ambito della discussione sono state efficacemente superate per la condivisione dell’amministrazione riguardo gli aspetti portati, come tanto per fare un esempio, il fatto che le economie, così come previsto nel comma 8 dell’art. 13 fossero ridistribuite a quegli Istituti che ne dovessero fare richiesta previa autorizzazione della DG Musei.

Analogo discorso di richiesta di maggiore trasparenza è stato fatto anche per quanto riguarda le attribuzioni delle posizioni organizzative complesse (le POC).

Al termine della riunione abbiamo segnalato nell’argomento delle varie di certi comportamenti da parte di alcuni Coordinatori della Vigilanza in alcuni Istituti che si erigono a Direttori e che si illudono e pretendono di decidere loro e/o di contrastare addirittura le domande di trasferimento effettuate o che dovessero effettuarsi per motivi di legge riguardo alla tutela sociale dei dipendenti sottoposti che ne abbiano diritto.

Tali incresciosi comportamenti, da come ci è stato segnalato, hanno riguardato ad esempio il MUCIV e abbiamo invitato l’amministrazione a far sì che non debba più ripetersi previo altrimenti decidere di ricorrere a conteziosi nocivi per chi dovesse promuoverli.

La seconda riunione ha riguardato l’incontro con il nuovo capo di gabinetto dott.ssa Annalisa Cipollone e il Segretario Generale Nastasi.

Si sono affrontate varie tematiche, ma per quello che ci riguarda dopo aver augurato al nuovo capo di gabinetto un buon e proficuo lavoro e di un continuo buon rapporto di relazioni sindacali così come è stato con il precedente capo di gabinetto, abbiamo fissato sostanzialmente tre punti:

  1. Il primo quello del “sottorganico” di quasi tutto il personale distinto per profili professionali.

Il paradosso da noi evidenziato è stato quello in cui continuiamo ad assistere ad una corsa sfrenata di aperture straordinarie quando poi, invece, non si riescono a garantire quelle ordinarie.

Pertanto assistiamo continuamente ad enormi sacrifici di personale, soprattutto quello di vigilanza al fine di poter garantire queste aperture ordinarie, ad oggi totalmente impossibili soprattutto e anche rispetto ai motivi di sicurezza, tema per il quale ci sarà molto da lavorare.

Non possiamo più sperare che la fortuna ci assista e tutto possa sempre scorrere nel migliore dei modi.

  1. Altro argomento che dovrà essere affrontato in maniera seria è quello del “Lavoro agile” ossia dello S.W. che a causa della costrizione pandemica è stato introdotto permettendo di raggiungere ottimi risultati sia in termini di efficacia che di efficienza.

Con l’introduzione del lavoro agile si è ottenuto un maggior risparmio sui costi e sulle spese che si sarebbero sostenute se il personale tutto fosse stato totalmente in presenza.

Inoltre la qualità dei servizi ottenuti con lo SW è stata di altissimo livello per cui ci si auspica di affrontare il tema sul POLA quanto prima attraverso incontri di tavolo tecnico.

  1. Ultimo tema scottante ha riguardato la dirigenza sia di I che di II fascia inclusi tutti quei colleghi di III area fascia F6 che rivestono qualifiche come direttori di musei, di archivi e di biblioteche, in attesa che questi possano essere ricoperti dai nuovi direttori provenienti dalle assunzioni concorsuali.

Ma soprattutto che questa nuova fascia dirigenziale sia effettivamente in grado di assumersi le proprie responsabilità e riesca ad impedire che i sottoposti o altre figure professionali subalterne vengano a sostituirle senza alcun incarico diretto.

Tutto ciò nell’ambito della segnalazione fatta al tavolo nazionale in mattina.

Le risposte dell’amministrazione sono state abbastanza concrete e il Segretario Generale ha confermato l’assunzione di tutti gli idonei provenienti dal concorso dei 1052 AFAV.

Sul Lavoro agile lo stesso ha dato la rassicurazione di proseguire lo svolgimento di tutte quelle attività smartabili.

Sul PNRR si è parlato dei 5.000.000 euro che soddisferanno sicuramente tutti i partecipanti a questo Piano di resistenza e resilienza.

Sono state date notizie ulteriori sulle nomine dei collaboratori esterni, sugli incarichi ai componenti della Commissione Superiore Tecnico Scientifica.

Rispetto al CUG il Capo di Gabinetto ha promesso di voler incontrare il Presidente e i componenti del CUG quanto prima.

Si è proceduto all’inquadramento dei funzionari amministrativi, a detta della dott.ssa Giuseppone, e che ci sarà un eventuale scorrimento della graduatoria almeno di altre 100 unità.

Appena poi Formez invierà la graduatoria definitiva degli 1052 AFAV, si scorrerà di ulteriori 400 unità.

E’ stato dichiarato che si sta procedendo sul concorso dei 500 OVA con le assunzioni.

Infine, come al solito è stato espresso un quadro rassicurante o che in realtà dovrebbe rassicurarci a fronte del lavoro che l’amministrazione sta eseguendo e speriamo che “se son rose fioriranno”.

Cordiali saluti

IL COORDINAMENTO NAZIONALE
CONFSAL-UNSA BENI CULTURALI

Comunicato_07_2022

Please follow and like us:
0