RESOCONTO DELLA RIUNIONE INFORMATIVA DEL 22 GIUGNO 2021

Please follow and like us:
0

“PROCEDURA DI ATTIVAZIONE COMANDI IN ENTRATA – AVVIO FASE SPERIMENTALE”;

DECRETO INTERMINISTERIALE CONCERNENTE LA DISCIPLINA DEL CONCORSO PUBBLICO PER IL RECLUTAMENTO, DI N. 100 UNITÀ DI PERSONALE DI AFAV E N. 50 UNITÀ DI PERSONALE DI “OPERATORE ALLA CUSTODIA, VIGILANZA E ACCOGLIENZA”,

SECONDO STEP SUI PASSAGGI ORIZZONTALI.

In data odierna, si è svolta la riunione di tavolo nazionale tra Amministrazione e OO.SS. avente all’ordine del giorno la seguente informativa:

  • bozza di circolare del Segretario generale su “Procedura di attivazione comandi in entrata – avvio fase sperimentale”;
  • schema di decreto interministeriale concernente la disciplina del concorso pubblico per il reclutamento, a tempo indeterminato, di n. 100 unità di personale non dirigenziale appartenenti alla Seconda Area Funzionale, posizione economica F2, nel profilo professionale di “Assistente alla Fruizione, Accoglienza e Vigilanza”, e della procedura selettiva per il reclutamento, a tempo indeterminato, di n. 50 unità di personale non dirigenziale appartenenti alla Seconda Area Funzionale, posizione economica F1, nel profilo professionale di “Operatore alla Custodia, Vigilanza e Accoglienza”, nei ruoli del Ministero della cultura, ai sensi dell’articolo 1-bis, del decreto legge 21 settembre 2019, n. 104, convertito con modificazioni dalla legge 18 novembre 2019, n. 132.

Le due informative sono risultate, pur se apprezzate, ancora molto labili soprattutto per le tempistiche e per le modalità di attuazione concreta, e ancor prima bisognerà capire quale impatto avranno con i fabbisogni e i processi di mobilità prossimi.

Per quello che ci riguarda, siamo rimasti basiti dal fatto che, a fronte dei concorsi in atto quale i 1052 AFAV, i 500 dei Centri dell’impiego e di tutti quelli che dovranno implementare le figure amministrative e tecniche, si parla di nuovi concorsi che riteniamo essere una continua presa in “giro”, per questo motivo non abbiamo minimamente accettato il fatto che questa amministrazione venga a fornirci continuamente informative ma che nei fatti non si hanno risultati concreti.

Per quanto ci riguarda, non possiamo che esprimerci più che negativamente, infatti tutta la colpa di questo modo di pilotare le relazioni sindacali è da attribuirsi ai soggetti politici del nostro ministero della cultura, in particolar modo ci riferiamo in primis all’On.le ministro Franceschini.

Nonostante la replica da parte dell’Amministrazione che ha tentato di giustificare le iniziative rispetto ai comandi e ai 150 della vigilanza, la nostra considerazione a questo modo di procedere non è stato per nulla condiviso ed accettato.

Quindi si è trattato di una ennesima fumata grigia di tavolo nazionale, ma che dire? Ormai ci siamo quasi abituati.

PASSAGGI ORIZZONTALI

Subito dopo la prima riunione circa le informative sui Comandi in entrata e sul concorso dei 150 unità di vigilanza sempre in data odierna, si è svolta la riunione di tavolo nazionale in cui si è avuto il secondo step sui Passaggi Orizzontali.

Dopo una prima premessa in cui l’amministrazione pur non presentandoci un testo conclusivo che possa risultare quale protocollo d’intesa sui passaggi orizzontali ci spiega a parole tutta una procedura legata a questo processo collegato a quello della mobilità, e quello della stabilizzazione (domani dovrebbe uscire una circolare ad hoc da parte della DG-OR).

È stato illustrato tutto un insieme di lavori con programmi specifici inerenti a considerare le carenze dei profili, le unità circa i fabbisogni, le unità in organico effettive includendo anche i numeri che appartengono a quelle unità previste dai prossimi concorsi.

Sui due argomenti affrontati dal tavolo ossia quello rispetto alla ripresentazione della domanda ex-novo e sul fatto di considerare i passaggi orizzontali Istituto per Istituto o a livello regionale questa sigla sindacale in completo disaccordo con altre sigle si espressa come segue:

  • Per noi la ripresentazione della domanda ad oggi su un eventuale portale informatico che consideri la vecchia domanda inviata a suo tempo e confermata visti gli atti di ufficio dal dirigente di turno è lecita e accettata;
  • In merito ai passaggi orizzontali, siamo favorevoli a considerarli Istituto per Istituto e non a livello regionale per il semplice fatto che in questo modo si corre il rischio di approfittare del processo dei passaggi con quello anticipato della mobilità.

Comunque la riunione è stata rimandata dopo che ci verrà fornita la bozza del protocollo d’intesa sui passaggi orizzontali corretta e definitiva in modo da valutarla in maniera approfondita.

Sarà nostra cura tenervi aggiornati
IL COORDINAMENTO NAZIONALE
CONFSAL-UNSA CULTURA

Comunicato_13_2021

Please follow and like us:
0