RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO PER OTTENERE L’INDENNITA’ DI RISCHIO DEGLI ULTIMI CINQUE ANNI PER GLI ADDETTI AI SERVIZI DI VIGILANZA, IN POSSESSO DEL TESSERINO DI PUBBLICA SICUREZZA  

Please follow and like us:
0

 

 

 

L’Unsa Beni Culturali, a seguito di un precedente giurisprudenziale del Tribunale di Roma sezione Lavoro, organizza con il proprio studio legale VML (Avv.ti Verlingieri, Maddalena e Lavorgna) un ricorso al Giudice del Lavoro competente territorialmente per ottenere l’indennità di rischio per gli addetti ai servizi di vigilanza in possesso del tesserino di pubblica sicurezza. Per partecipare al ricorso è necessario produrre la seguente documentazione scannerizzata, da inviare a mezzo e mail, all’indirizzo avvkatiaverlingieri@gmail.com

Documenti:

1) copia del tesserino di pubblica sicurezza, nel quale è indicato il decreto e il giuramento presso il mandamento;

2) copia delle buste paga degli ultimi 5 anni (scaricabili da noipa);

3) copia attestato titolarità sede di servizio;

5) copia documento di identità e codice fiscale e numero di telefono (cellulare) e indirizzo e mail;

6) copia procura firmata senza data (alleg 1);

7) copia dichiarazione esenzione contributo unificato, da compilare e firmare, se si supera il reddito familiare di trentaquattromila euro lordi. Nel caso dovrete pagare il contributo unificato lo stesso si aggira intorno a 50 euro, a persona.

Per costi e spese l’indicazione preventiva, avverrà a mezzo mail, a richiesta all’indirizzo avvkatiaverlingieri@gmail.com

Si allegano:

1) Procura;

2) Dichiarazione esenzione.

Con l’occasione si inviano cordiali saluti

IL COORDINAMENTO NAZIONE
CONFSAL-UNSA BENI CULTURALI

RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO PER OTTENERE L’INDENNITA’ DI RISCHIO DEGLI ULTIMI CINQUE ANNI PER GLI ADDETTI AI SERVIZI DI VIGILANZA, IN POSSESSO DEL TESSERINO DI PUBBLICA SICUREZZA

Please follow and like us:
0