FLASH NEWS DEL 18 MARZO 2020

Please follow and like us:
0

SINTESI UNSA DISPOSIZIONI DECRETO LEGGE N.18 DEL 17 MARZO 2020

A seguito della pubblicazione questa notte del Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020, se ne trasmette una sintesi -curata dal Centro Studi “R.Plaja-G. Conti” della Confsal-UNSA-avendo avuto particolare riguardo per le norme sul pubblico impiego e che interessano maggiormente i dipendenti pubblici.

Ancora una volta l’UNSA con questo lavoro vuole dare una testimonianza di un impegno di fatto h24, all’insegna della competenza e della qualità del lavoro sindacale.

Cogliamo anche l’occasione, avendo a disposizione il testo definitivo del Decreto, per esprimere la nostra soddisfazione perché, dopo tante lotte di questi giorni per la salute dei colleghi, troviamo in questo Decreto alcune delle norme che l’UNSA ha ostinatamente richiesto, anche con largo anticipo rispetto all’escalation della crisi sanitaria, perché ne avevamo colto la portata e gli sviluppi.

È passata la linea che avevamo chiesto: uffici svuotati e attività in ufficio con presenze minime solo per le attività indifferibili, lavoro agile come modalità ordinaria di prestazione lavorativa (già previsto dal D.P.C.M. dell’11 marzo, ma quante amministrazioni hanno tardato!); in materia di assenza dal servizio, è stato previsto l’utilizzo delle ferie pregresse del 2019 (non 2020 e non i permessi personali) che andavano consumate entro il 31 dicembre scorso o al massimo entro il 30 aprile subordinatamente alle esigenze dell’amministrazione; è stata prevista come richiesto dall’UNSA, ove non possibili le soluzioni precedenti, l’esenzione dal servizio e il periodo viene considerato servizio prestato a tutti gli effetti.

Norme chiare, imperative, che consentiranno di superare -ci auguriamo- quelle residuali criticità in qualche amministrazione create per inettitudine da datori di lavoro riguardo l’uso massivo del lavoro agile.

Stiamo combattendo questa partita da soli, ma ne siamo fieri. Ribadiamo che attendiamo vostre segnalazioni e l’UNSA è pronta, con il suo legale Avv. Mirra, a denunciare –come già avvenuto per il Tribunale di Milano– quei datori di lavoro che risultano fuorilegge e che continuano a tenere indebitamente i lavoratori in ufficio esponendoli a rischio di contagio e ad essere portatori dello stesso, a danno della salute pubblica.

Continueremo a lottare fino alla fine di questa emergenza sanitaria, senza risparmiarci.

Cordiali saluti.

Il Segretario Generale

Massimo Battaglia

 

AUMENTO PERMESSI LEGGE 104 NEL DECRETO CURA ITALIA: IL GOVERNO CHIARISCE COME USARLI

 

L’aumento dei 12 giorni di permesso è complessivo, e va spalmato nei mesi di marzo e aprile

In merito all’aumento dei permessi da legge 104 per i lavoratori che assistono una familiare con disabilità grave (previsti dall’articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104), l’articolo 23 del Decreto Cura Italia cita:

  1. Il numero di giorni di permesso retribuito coperto da contribuzione figurativa di cui all’articolo 33, comma 3, dellalegge 5 febbraio 1992, n. 104, è incrementato di ulteriori complessive dodici giornate usufruibili nei mesi di marzo e aprile 2020.
  2. Il beneficio di cui al comma 1 è riconosciuto al personale sanitario compatibilmente con le esigenze organizzative delle aziende ed enti del Servizio sanitario nazionale impegnati nell’emergenza COVID-19 e del comparto sanità.
  3. Alla copertura degli oneri previsti dal presente articolo si provvede ai sensi dell’articolo 126.

I dubbi interpretativi sono stati sciolti dalla indicazione contenuta nella pagina dell’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità del Governo, che  nelle sue FAQ chiarisce:

Sono estesi i giorni di permesso della legge 104/1994?

Sì. I lavoratori che assistono una persona con disabilità e quelli cui è riconosciuta disabilità grave hanno a disposizione, complessivamente per i mesi di marzo e aprile 2020, 18 giorni di permesso retribuito coperto da contribuzione figurativa.

Le persone che hanno diritto a tali permessi possono scegliere come distribuire i 18 giorni nei due mesi (i giorni di permesso non “scadono” a fine mese).

I giorni TOTALI sono quindi 18 utilizzabili tra marzo e aprile 2020. Si tratta quindi degli ordinari 3 di marzo + 3 di aprile, +12 aggiuntivi TOTALI da usare fino alla fine di aprile.

Appena ne avremo notizia, forniremo eventuali istruzioni operative al riguardo. (Fonte: Disabili.com – Redazione)

FLASH NEWS DEL 18 MARZO 2020

Please follow and like us:
0