PROSEGUIMENTO DEI LAVORI SULLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE 2020

Please follow and like us:
0

LAVORO FLESSIBILE E MISURE URGENTI

CONCORSO 1052 AFAV RICHIESTA RINVIO DELLE PROVE SCRITTE

VERTENZA SINDACALE SULLO SGOMBRO DEI LOCALI ICCU

 

POSIZIONI ORGANIZZATIVE 2020

Si è tenuto oggi il previsto incontro OO.SS.- Amministrazione su Posizioni organizzative e Smart Working.

Circa il primo punto, si è registrata una convergenza di massima sull’impianto generale, caratterizzato dalla volontà, espressa dal Tavolo, di garantire trasparenza amministrativa alla procedura. “Abbiamo discusso di posizioni organizzative ieri al tavolo ARAN” ha detto il prof. Alessandro Benzia aprendo il tavolo. Inoltre, il Prof. Benzia ha accettato le proposte avanzate da tutte le sigle sindacali di semplificare l’articolato: saranno due le fasce retributive, individuate mediante schede di valutazione; la partecipazione sarà per interpello.

Finalmente abbiamo un impianto strutturato che ha tenuto conto delle numerose segnalazioni da parte dei colleghi circa l’assenza di trasparenza nel conferimento delle POC. Siamo soddisfatti di un lavoro condiviso che potrà meglio garantire, tra l’altro, la rotazione degli incarichi in osservanza della normativa anticorruzione.

Circa la richiesta avanzata da alcune sigle di riconoscere POC specifiche per i funzionari che rivestono incarichi di direzione di Archivi e Biblioteche, l’Amministrazione ha espresso, pur nella volontà di riconoscere economicamente il maggior impegno, dubbi circa la sostenibilità giuridica. L’UNSA ha, in proposito, evidenziato che le procedure per il conferimento di incarichi dirigenziali relativi a tali Istituti rappresentano, come è noto, un’anomalia, poiché per espressa previsione degli interpelli l’incarico di direzione viene conferito solo a funzionari archivisti; solo nel caso in cui non vi siano candidature da parte di funzionari archivisti si conferisce l’incarico a funzionari appartenenti ad altri profili professionali. Poiché tale riserva “speciale” in favore degli archivisti non è prevista per gli altri profili e questo genera, di fatto, disparità di opportunità, l’UNSA ritiene che debbano essere altri i dispositivi ai quali eventualmente ricorrere per il riconoscimento economico delle maggiori responsabilità connesse all’incarico di direzione. Non è accettabile accentuare le disparità esistenti distraendo dalle già scarse risorse per le POC somme destinate ad un’unica categoria di dipendenti.

Infine, l’Amministrazione farà pervenire un documento finale alle OO.SS. che sarà messo in discussione nel corso del prossimo incontro, che si augura che possa essere definitivo.

RICHIESTA PROROGA DEL PROGETTO PILOTA “LAVORO AGILE” E DECRETO CORONAVIRUS.

Come preannunciato nel comunicato di ieri riguardo all’organismo paritetico per l’innovazione, nella riunione di oggi si è posta l’urgenza di riprendere la discussione sullo Smart Working, in quanto come avevamo sostenuto bisognava insistere su questo argomento, che ci trova d’accordo anche con le altre sigle sindacali, ed è per questo che a livello unitario

abbiamo chiesto con una nota che si allega, la proroga di 3 mesi, del progetto pilota “lavoro agile”, per tutti coloro che stanno già svolgendo il progetto e che come è noto scade a metà marzo, tenuto conto anche delle difficoltà procedurali, e dei tempi richiesti per emanare un nuovo bando.

Inoltre, al fine di accelerare le procedure e tutelare la salute di tutti, onde prevenire la diffusione del contagio da Covid-19 di cui ancora non si ha un quadro chiaro, abbiamo attirato l’attenzione sulla situazione emergenziale in atto, al fine di tutelare tutti coloro che si trovano nelle aree interessate, che non possono aspettare esiti di procedimenti interni (o di riforme politiche). Tenuto conto anche che, in queste ore stanno prendendo forma misure restrittive nei confronti dell’Italia da parte di organizzazioni internazionali.

Infatti, lo Smart Working è previsto dai decreti d’urgenza che il governo ha varato in questi giorni per l’emergenza sanitaria e che introduce elementi inediti tra cui l’unilateralità, che può essere dall’ente verso il lavoratore o viceversa richiesto dal lavoratore e diretto al datore di lavoro.

SLITTAMENTO DELLE PROVE SCRITTE CONCORSO MiBACT 1052 AFAV

L’UNSA, ha chiesto lo slittamento della procedura concorsuale gestita da Formez e calendarizzata per il 19 marzo p.v., e su questo l’Amministrazione sonderà con gli altri Organi competenti e all’occorrenza formulerà una decisione che sarà tempestivamente comunicata.

CONTESTAZIONE SULLA MANCATA INFORMATIVA SULLO SGOMBRO DEI LOCALI ICCU

L’UNSA, contesta il modo con cui il Segretario Generale, Salvatore Nastasi ha disposto lo sgombero immediato di alcuni locali dell’ICCU in favore della Direzione Generale Turismo, senza aver a tutt’oggi espletato attività informativa ai sindacati. Per questo, l’UNSA ha chiesto un incontro urgente allo stesso Segretario Generale per discutere sull’inopportunità di procedere in tal senso e trovare una soluzione diversamente idonea per la nuova sede della Direzione Generale Turismo.

Cordiali saluti

IL COORDINAMENTO NAZIONALE

CONFSAL-UNSA BENI CULTURALI

Comunicato_06_2020

Please follow and like us:
0