RESOCONTO DEL TAVOLO NAZIONALE DEL 8 MAGGIO 2019

ECCO PERCHE’ L’UNSA NON SOTTOSCRIVE L’ACCORDO PIANO VALORIZZAZIONE

In data odierna si è svolto l’incontro tra amministrazione ed organizzazioni sindacali presso il Collegio Romano nella Sala Emeroteca.

Al primo punto dell’ordine del giorno si è discusso ampiamente il Protocollo d’intesa per il Piano di Valorizzazione 2019 che riportiamo integralmente come sotto meglio specificato:

PIANO PER LA VALORIZZAZIONE 2019

Dopo una animata discussione tra le parti nella quale, rappresentando la nostra assoluta contrarietà a sottoscrivere l’accordo in oggetto, abbiamo evidenziato le criticità emerse immediatamente da una prima lettura del documento e dalla evidente mancanza di una esatta e completa indicazione dei dati riportati negli allegati rispetto alla suddivisione degli importi e delle somme per ciascun Istituto e per le varie direzioni generali nei quattro progetti fondamentali del Piano di Valorizzazione in oggetto.

Infatti i dati riportati, eccetto pochissime situazioni, rappresentavano un “copia-incolla” dei Piani di Valorizzazione degli anni passati, con stessi numeri e stesse cifre.

Ad esempio (tanto per indicarne uno) la somma indicata per l’Archivio Centrale nel Progetto “Domenica di carta” risultava essere la medesima dell’anno scorso, e questa di riflesso non poteva considerare realmente la consistenza del personale e le unità partecipanti previste anche se su base volontaria, in quanto gli organici vuoi per i pensionamenti vuoi per le nuove ultime assunzioni di personale di area III hanno modificato in termini numerici le effettive consistenze di ogni Istituto.

A parte questo abbiamo fatto notare con estremo disappunto che le somme destinate non si differenziavano tra le varie realtà dei luoghi della cultura così che uguali somme venivano destinate tanto ai Poli (con più musei ed Istituti) quanto alle piccole realtà dove l’incidenza della valorizzazione risulta ovviamente minore. Insomma, stante il fatto che l’amministrazione avesse dichiarato inizialmente di aver svolto un monitoraggio accurato per poter distribuire il budget complessivo di 5.000.000 di euro, in realtà i dati riportati presentavano tutta una serie di incongruenze ed inesattezze.

Pertanto e per questi motivi abbiamo richiesto una verifica ed un aggiornamento serio e corretto dei dati al più presto e non abbiamo sottoscritto l’accordo.

Per essere precisi al termine del dibattito l’UNSA e la CGIL sono state le uniche due sigle che non hanno sottoscritto il protocollo in oggetto, a differenza di CISL, UIL, FLP e INTESA nonostante quest’ultime avessero condiviso le nostre medesime perplessità.

Ad ogni modo si è comunque deciso di poter rivedere l’impianto generale corretto il giorno 15 maggio e così come è stato espresso nella nostra nota a verbale, che è stata allegata al protocollo d’intesa, una volta verificate le opportune correzioni sul documento non escludiamo in quella data, la possibilità di sottoscriverlo.

La nostra nota a verbale, che si allega, ha rappresentato quella coerenza e quel modo di fare sindacato che ci ha sempre contraddistinto pur come in questo caso non impedendo l’avvio dei progetti del Piano di Valorizzazione come quello per la notte Europea dei Musei e per le Giornate Europee del Patrimonio, per i quali abbiamo concordato la necessità di dare agli stessi, comunque corso, visto i tempi assai ristretti della prima scadenza (sabato 18 maggio per la prima notte) e anche per essere riusciti ad innalzare le tariffe dei compensi ai dipendenti sia per l’area III che l’area II.

L’aumento delle tariffe rispetto alle quote dello scorso anno, quale elemento significativo del Piano è stato come appresso indicato:

  • per la III area euro 160 e 135 (a seconda della tipologia di evento) a fronte di 130 e 110 euro proposti;
  • per la II e I area euro 135 e 110 (a seconda della tipologia di evento) a fronte di 110 e 90 euro

Sarà nostra cura tenervi informati sul proseguimento della questione che avverrà appunto il 15 maggio auspicando che l’amministrazione abbia recepito le nostre giuste richieste rappresentate al tavolo di riunione sindacale nazionale.

RICHIESTA DI UN CONFRONTO CON IL DOTT. LAMPIS DELLA DG MUSEI

Sempre il giorno 15 maggio è stato richiesto anche un confronto diretto con il Direttore Generale dei Musei, il dott. Lampis su alcune materie che sono state pregiudizialmente portate all’attenzione dell’Amministrazione soprattutto quelle in ordine alla verifica delle condizioni di scurezza nei siti museali.

Altro tema che verrà affrontato consisterà nella discussione sui criteri di assegnazione delle posizioni organizzative, in quanto al momento non si comprendono ancora i parametri attualmente adottati che non considerano condizioni omogenee di trattamento per i lavoratori.

RIPRISTINO E CALENDARIZZAZIONE DEI LAVORI SUL CCIM MIBAC

Si è fortunatamente ripristinato il prosieguo dei lavori della Commissione Tecnica sul nuovo CCIM ed è stato concordato un calendario relativo ai prossimi incontri sul tema dell’aggiornamento del Contratto Integrativo di Ministero.

SCORRIMENTO DELLE GRADUATORIE DALLA PRIMA ALLA SECONDA AREA

Abbiamo anche richiesto insieme alle altre sigle di affrontare il discorso sul tema dello scorrimento fra prima e seconda area, e l’amministrazione ha dato assicurazione che ci darà notizia sempre nel prossimo incontro.

CONCORSI MIBAC

Su questo tema abbiamo chiesto perché rispetto alla pubblicazione dei bandi per i nuovi concorsi si sta registrando un ritardo incomprensibile rispetto alle aspettative di tutti.

Pertanto è stata richiesta una dettagliata informativa sulla reale situazione organizzativa che sta determinando un forte rallentamento da parte della Funzione Pubblica, impreparata, forse, a gestire la mole di situazioni concorsuali così ingente e che imporrà i Ministeri, a governare integralmente (o quasi) le procedure concorsuali.

PIANO AZIONI POSITIVE

Il Prof. Benzia infine ha illustrato il Piano delle Azioni Positive, attraverso la presentazione di slide, di cui forniremo maggiori dettagli non appena riceveremo queste stesse da parte dell’amministrazione.

Cordiali saluti
IL COORDINAMENTO NAZIONALE
CONFSAL-UNSA BENI CULTURALI

Comunicato_08_19