COMUNICATO STAMPA DEL 07 MAGGIO 2019

Please follow and like us:
0

GOVERNO, LAVORO: MANCANO CONTROLLI PER LA SOCIETÀ IN HOUSE DEL MINISTERO BENI CULTURALI. ALES SPA STIMATA 81 MILIARDI DI EURO NEL 2013. UN FIUME DI SOLDI SENZA CONTROLLO.

GOVERNO PUNTA GLI OCCHI SUI DIPENDENTI PUBBLICI MA CI SONO MILIARDI DI EURO CHE GIRANO NELLO STATO SENZA CONTROLLO.

SOCIETÀ A PARTECIPAZIONE PUBBLICA COME ALES SPA CHE NEL SETTORE BENI CULTURALI ASSUMONO PERSONALE CHE LAVORA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, 3MILA CHIAMATE DIRETTE IN POCHI ANNI SOLO NEL SETTORE CULTURA.

E QUESTO COME SI CHIAMA IN ITALIA? CLIENTELISMO?

Decreto concretezza e norme contro l’assenteismo in iter parlamentare mentre stamattina il ministro per la PA Giulia Buongiorno ha promesso il piano straordinario di assunzioni nel settore pubblico per la prossima estate – è quanto afferma il Segretario Nazionale Aggiunto della Confsal Unsa Beni culturali, M.A. PETROCELLI – chiediamo dunque al Ministro come considera la situazione nel settore beni culturali dove prosegue l’affidamento dei servizi a Società in House che svolgono funzioni istituzionali proprie dell’amministrazione e non i servizi specifici in house providing .

Un clone a cui vengono dati un fiume di soldi in deroga alle consuete procedure ad evidenza pubblica – prosegue la sindacalista – nel 2013 secondo quanto riportato dal rapporto “Io sono cultura – l’Italia della qualità e della bellezza sfida” elaborato da fondazione “Symbola” e Unioncamere, le funzioni svolte da Ales rappresentano una fetta importante del Pil nazionale, ovvero un valore aggiunto di quasi 81 miliardi di euro (circa il 6 per cento del Pil).

Senza contare – dice ancora PETROCELLI – che Ales Spa ha già chiamato direttamente oltre tremila persone con procedure concorsuali sempre molto dubbie. Se è vero che questo è un governo del cambiamento, ad oggi mancano le dimostrazioni e vogliamo sperare che Ales non sia rimasta la cassaforte del ministro di turno.

Servono atti concreti contro questa enorme incongruenza pubblica – conclude la sindacalista della Confsal Unsa Beni Culturali – alle tante parole vogliamo i fatti, Ales va chiusa o quantomeno rimodulata secondo le norme della più ampia legalità”.

Roma, 7 maggio 2019

Ufficio Stampa

Tel. 06 67232348 – 2889

CS_GOVERNO, LAVORO MANCANO CONTROLLI PER LA SOCIETÀ IN HOUSE DEL MINISTERO BENI CULTURALI. ALES SPA STIMATA 81 MILIARDI DI EURO NEL 2013

 

Please follow and like us:
0