mozione conclusiva Consiglio Generale UNSA – 30.01.2019

Si trasmette qui di seguito la mozione conclusiva del Consiglio Generale della Federazione Confsal-UNSA riunitosi in data 30 gennaio u.s.

MOZIONE CONCLUSIVA

“Il Consiglio Generale della Federazione Confsal-Unsa, riunito in Roma il giorno 30 GENNAIO 2019,

UDITA

la relazione del Segretario Generale, che tocca gli eccellenti risultati ottenuti dall’UNSA sia alle RSU 2018 sia riguardo ai dati certificati dall’Aran per la rappresentatività sindacale, i rapporti confederali, l’impegno per una riforma dell’ordinamento professionale per valorizzare le carriere e le professionalità dei lavoratori, le rivendicazioni presentate al governo, la proposta di una nuova iniziativa giurisdizionale a difesa del pubblico impiego,

LA APPROVA,

all’unanimità;

SI CONGRATULA

Con tutta la struttura dell’UNSA, centrale e dei coordinamenti, per lo straordinario risultato registrato nella misurazione della rappresentatività sindacale ufficializzata dall’Aran, che vede l’UNSA migliorare la percentuale di rappresentatività;

RIBADISCE

L’importanza storica della difesa e valorizzazione del sindacalismo autonomo, considerandolo come espressione della più profonda azione democratica volta a tutelare il lavoro al di là delle convenienze politiche e delle letture ideologiche;

INVITA

la Segreteria Generale a porre in atto tutte le misure necessarie per migliorare la governance della confederazione Confsal – che l’UNSA ha fondato nel 1979- anche in accordo e unità di intenti con altre Federazioni, come la Fials;

SUGGERISCE

Alla Segreteria Generale di ribadire all’Aran la necessità di una pronta ripresa dei lavori della Commissione per la riforma dell’ordinamento professionale nel comparto delle funzioni centrali;

ASSEGNA

Alla Segreteria Generale il compito di portare in quella sede le richieste di un superamento della prima area, della creazione di un’area quadri/professionisti, della definizione puntuale di Posizioni Organizzative di Elevate Responsabilità nonché quelle di Elevate Professionalità, e al contempo di impegnarsi per modifiche legislative che superino i vincoli normativi attuali e facilitare i passaggi tra le aree;

IMPEGNA

La Segreteria Generale a richiedere al governo nuove politiche per il lavoro pubblico, volte al rinnovo del ccnl 2019-2021, al reperimento di risorse per una giusta retribuzione per il lavoratore pubblico, al pronto sblocco del turn over, allo sblocco del salario accessorio, e al rispetto per il pubblico impiego;

A TAL FINE DA’ PIENO MANDATO

Alla Segreteria Generale di realizzare tutte le iniziative politiche e sindacali necessarie, anche organizzando riunioni statutarie congiunte e manifestazioni pubbliche con la FIALS, parimenti impegnata per le stesse rivendicazioni;

ESPRIME PIENA SODDISFAZIONE

Per la notizia giunta nel corso della riunione, relativa alla fissazione dell’udienza della Corte Costituzionale, prevista per il prossimo 17 aprile, sul ricorso dell’UNSA contro le norme che prevedono dilazioni e rateizzazioni del pagamento del TFS/TFR dei lavoratori pubblici.

Cordialità e saluti.

IL SEGRETARIO GENERALE

Massimo Battaglia

invio MOZIONE CONCLUSIVA – consiglio generale unsa 30 gennaio 2019