RIUNIONE DEL 24 GENNAIO 2019

TURNAZIONI FESTIVE INFRASETTIMANALI

La riunione è iniziata con una comunicazione della RSU del Parco Archeologico del Colosseo attraverso la quale i lavoratori hanno indetto delle assemblee circa una presa di posizione da parte dell’amministrazione sul tema dei festivi infrasettimanali molto discutibile rispetto all’articolo 21 comma 2 del CCNL Funzioni Centrali sulle Particolari attività prestate da dipendenti non in turno.

E’ ovvio che se un dipendente lavori in un giorno infrasettimanale festivo ha diritto al recupero del giorno di riposo, pertanto sul problema specifico la nostra O.S. interverrà seriamente per il rispetto della normativa citata e adotteremo tutte quelle iniziative necessarie al ripristino della normalità.

Rivolgiamo, quindi, ai lavoratori del Parco Archeologico del Colosseo la nostra concreta solidarietà.

LA MOBILITA’ VOLONTARIA

Sul tema c’è stata una profonda discussione animata e vivace come per tutti i vari punti e articoli del CCIM che man mano il tavolo tecnico sta elaborando insieme all’amministrazione.

Si possono al momento fornire solo alcune anticipazioni fra le quali quella della cadenza annuale della procedura della mobilità.

Nel concreto sicuramente entro il mese prossimo di settembre dovrebbe avviarsi il processo della mobilità volontaria che sarà possibile anche come mobilità a scambio tra i profili unici.

LA SICUREZZA INFORMATICA

In riferimento all’emanazione della Circolare n. 10 da parte della DGO in applicazione del regolamento europeo GDPR n. 679/16 sono state introdotte alcune sensibili e nuove modifiche di utilizzo della rete informatica che riguardano la sicurezza della rete intranet ed internet del nostro ministero.

Il dibattito ed il confronto con la dott.ssa Franzone ha evidenziato alcuni problemi e criticità sull’utilizzo ma che prontamente sono state assicurate da risposte esaurienti.

Al riguardo ad esempio il CED ha assicurato che possono istituire delle caselle postali sindacali delle OO.SS. per permettere a tutte le sigle di inviare le comunicazioni sindacali.

Nel merito e come precisato la nostra O.S ha fatto presente che comunque alcuni Istituti non consentono a tutti gli addetti alla vigilanza di poter accedere attraverso postazioni informatiche agli ingressi o nelle portinerie alla rete del ministero, con grave discriminazione rispetto alle altre qualifiche come gli amministrativi, tecnici o funzionari.

In sostanza abbiamo rivendicato lo stesso accrescimento professionale anche per il personale della vigilanza.

Il nostro impegno, pertanto sarà rivolto a cercare anche in questo caso il ripristino della correttezza e dello stesso analogo trattamento tra tutto il personale inclusa la vigilanza.

IL RINNOVO DEL CONSIGLIO SUPERIORE PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI

In riferimento all’esame approfondito dei decreti che disciplinano elezione, composizione e funzionamento di questo importantissimo organo anche la nostra sigla sindacale ha espresso il parere positivo definitivo.

Si attende perciò la firma del Ministro per la promulgazione.

Vi annunciamo le date per le votazioni, che si svolgeranno con procedura telematica, e che sono:

  • per i Comitati Tecnico-Scientifici il 5 – 6 – 7 marzo 2019;
  • per i rappresentanti del personale il 2 – 3 – 4 aprile2019.

Abbiamo contestato il fatto che riguardo alle varie figure di area III e dirigenti di prima e di seconda fascia la figura del restauratore presenta una illegittimità rispetto alla declaratoria e alla considerazione che non dovrebbe essere suddivisa in area II ed area III in quanto con l’introduzione dell’elenco previsto anche dal DLgs.vo 42/04 tutti i restauratori vanno considerati in area III.

Cordiali saluti

IL COORDINAMENTO NAZIONALE

CONFSAL-UNSA BENI CULTURALI

Comunicato_01_19