CHIESTO LO SCORRIMENTO DELLE GRADUATORIE DEI FUNZIONARI RISULTATI IDONEI NELLA PROCEDURA CONCORSUALE INTERNA AL MIBAC DEL 2007.

 

Qui di seguito, la nota a firma del Segretario Nazionale Dott. Giuseppe Urbino, inviata al Ministro BONISOLI, al Segretario Generale PANEBIANCO e al Direttore Generale Organizzazione GIUSEPPONE, con la quale è stato chiesto lo scorrimento delle graduatorie dei Funzionari risultati idonei nella procedura concorsuale interna al MIBAC del 2007. 

Onorevole Ministro Bonisoli,

nel testo della manovra finanziaria del 31 ottobre 2018 si legge che è previsto lo scorrimento delle graduatorie del concorso dei 500 dell’aprile 2016, bandito ai sensi della legge 28/12/2015 n. 208.
Nulla vi è in merito allo scorrimento delle graduatorie dei cosiddetti “FUNZIONARI OMBRA”, il cui concorso è stato bandito nel 2007, malgrado Lei, Onorevole Ministro, in occasione dell’incontro del 6 settembre 2018 con le OO.SS. e i lavoratori, avesse preso a riguardo un impegno preciso: quello di presentare un provvedimento che permettesse lo scorrimento delle graduatorie dei Funzionari risultati idonei nella procedura concorsuale interna al MIBAC del 2007.
Non si comprende se si è trattata di una dimenticanza oppure se siamo di fronte ad una volontà dell’Amministrazione di ignorare l’impegno da Lei assunto.
Gentile Ministro, se davvero si vuol dare un segnale positivo di cambiamento rispetto a quanto fatto dai governi precedenti che per anni hanno ignorato le legittime richieste dei lavoratori coinvolti – i quali nel frattempo hanno avuto sentenze a loro favorevoli nei numerosi ricorsi intrapresi presso i Giudici del lavoro nei vari Tribunali d’Italia-, Le chiediamo di intervenire affinché l’impegno preso si realizzi estendendo tale scorrimento a tutti i ricorrenti anche mediante un possibile accordo di riconciliazione che, oltre a soddisfare le legittime aspettative dei lavoratori, comporterebbe indubbi benefici in termini economici per l’Amministrazione condannata in più occasioni al pagamento delle spese processuali in base alle sentenze già emanate da diversi Tribunali che hanno riconosciuto la fondatezza delle richieste dei ricorrenti.

Cordiali saluti.

IL SEGRETARIO NAZIONALE
Dott. Giuseppe Urbino