L’UNSA SCRIVE AL MINISTRO IN MERITO ALL’ANNOSA QUESTIONE DELLE GRADUATORIE DEGLI IDONEI DEI COSIDDETTI “FUNZIONARI OMBRA”

 

Si comunica che il Segretario Nazionale Dott. Giuseppe Urbino, ha scritto al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dott. Alberto BONISOLI in merito all’annosa questione delle graduatorie degli idonei dei cosiddetti “Funzionari Ombra” che hanno partecipato alla selezione pubblica per il passaggio dall’area B all’area C1 (attuale III area F1), per 460 posti a fronte di 920 posizioni richieste dall’Amministrazione e dal 2007 che aspettano di essere inquadrati nei profili di Funzionari.

A tal fine si pubblica qui di seguito la nota di cui sopra. 

Prot. n.097 /18                                                   Roma, 27 giugno 2018

 

Egr. On.Ministro Bonisoli,

Nell’occasione del prossimo incontro con le OO.SS. nel quale si andrà a discutere delle varie problematiche del Ministero la pregherei, a nome di tutto il personale coinvolto, di dare priorità all’annosa questione delle graduatorie degli idonei dei cosiddetti  “Funzionari Ombra” che hanno partecipato alla selezione pubblica per il passaggio dall’area B all’area C1 (attuale III area F1), per 460 posti a fronte di 920 posizioni richieste dall’Amministrazione e dal 2007 che aspettano di essere inquadrati nei profili di Funzionari.

E’ necessario intervenire con la massima sollecitudine coinvolgendo tutti gli idonei coinvolti che nel frattempo si sono assottigliati numericamente a seguito di cessazioni, pensionamenti, ecc.

L’operazione sarebbe a costo zero visto che la stragrande maggioranza dei ricorrenti ha conseguito il passaggio all’interno dell’area a seguito delle progressioni economiche e pertanto non andrebbe ad incidere sul bilancio del Ministero.

Attualmente sono in corso numerosi ricorsi presso i giudici del lavoro dei vari tribunali d’Italia, ad oggi circa la metà di questi ha dato ragione ai ricorrenti e condannato l’Amministrazione ad inquadrare i lavoratori nell’area funzionale ciascuno per il profilo richiesto e al pagamento delle spese processuali.

Sembrerebbe che l’Amministrazione voglia impugnare le sentenze di primo grado con tutte le spese che ne derivano da questa operazione.

La procedura concorsuale ha avuto inizio nel luglio 2007, molto prima dell’entrata in vigore della legge n.150 del 27 ottobre 2009 (c.d. legge Brunetta) che ha disposto nuove norme di accesso del personale interno.

I dipendenti di altri dicasteri hanno già ottenuto questo riconoscimento (Agenzie delle Dogane, il Mef Ministero economia e finanze) attraverso provvedimenti ad hoc, nonostante il divieto della norma introdotta dalla suddetta legge 150/2009.

Onorevole Ministro, il personale coinvolto ha 20/30 anni di esperienza e chiede il legittimo riconoscimento della qualifica superiore ottenuta dopo anni di sacrifici e dopo aver espletato un regolare concorso e aver contribuito con dedizione e spirito di servizio alla crescita dell’Amministrazione.

Cordiali saluti

IL SEGRETARIO NAZIONALE

Dott. Giuseppe Urbino

Scarica e stampa la news del 27.06.2018