ENNESIMA DISMISSIONE DEL MIBACT A FAVORE DELLA FONDAZIONE DEL MUSEO EGIZIO DI TORINO

SCANDALOSA ESPOLIAZIONE DEGLI SPAZI DEMANIALI DEL PALAZZO CARIGNANO DI TORINO AI FINI DELL’ESTERNALIZZAZIONE DELLA CULTURA

Si allega integralmente la nota a firma del Segretario Nazionale Dott. Giuseppe Urbino, inviata all’Arch. Carla DI FRANCESCO Segretariato Generale, all’Ing. Gennaro MICCIO Segretariato Regionale per il Piemonte, al Dott.ssa Ilaria IVALDI Polo Museale del Piemonte, all’Arch. Luisa PAPOTTI Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Torino, al Dott.ssa Tiziana COCCOLUTO Capo di Gabinetto, all’Avv.to Katiuscia Verlingieri Studio Legale e al Coordinamento Provinciale Confsal-Unsa di Torino.

RICHIESTA DI SOSPENSIONE DEL PROTOCOLLO D’INTESA PER LA VALORIZZAZIONE DI PALAZZO CARIGNANO DI TORINO.

Lo scrivente Coordinamento Nazionale è stato portato a conoscenza tramite il nostro Segretario Provinciale di Torino che è stato sottoscritto un protocollo di intesa, che si allega in copia, tra il Presidente della Fondazione Museo della Antichità Egizie, il Segretario Regionale MiBACT del Piemonte, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Torino e il Polo Museale del Piemonte, in merito ad una arbitraria utilizzazione degli spazi demaniali del complesso monumentale del Palazzo Carignano, in consegna al Polo Museale del Piemonte a favore della Fondazione Museo della Antichità Egizia, tutto a vantaggio della stessa, che così facendo amplierebbe la propria attività nel suo esclusivo interesse a discapito del patrimonio culturale del MiBCAT.

Poiché tale concessione risulta palesemente in contrasto con la normativa di riferimento in materia di concessioni governative, lo scrivete Coordinamento diffida i destinatari della presente a proseguire nell’intento, dal momento che tali iniziative non possono essere negoziate liberamente tra i soggetti interessati, ma bensì devono trovare specifiche procedure amministrative consone alla normativa di legge al fine di predisporne l’effettiva verifica da parte degli Organi di Controllo onde averne la garanzia delle prerogative istituzionali dei beni pubblici demaniali in consegna al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Pertanto, si invita il Segretario Generale del MiBACT Arch. Carla di FRANCESCO ad intimare la sospensione del Protocollo d’Intesa di cui sopra, avvertendo sin d’ora che il proseguimento dell’anomala procedura segnalata, sarà senza alcun indugio da noi segnalata agli organi giurisdizionali competenti.

Scarica e stampa la news del 08.05.2018 completa di allegati