RIUNIONE 3 MAGGIO 2018

SIGLATI L’ACCORDO SUI PROGETTI DI VALORIZZAZIONE E IL PROTOCOLLO D’INTESA SULLA STABILIZZAZIONE DEI DISTACCATI

 

In data odierna si è svolta alle ore 10.00 la riunione tra Amministrazione/ OO.SS. con il seguente ordine del giorno:

  • Progetti di valorizzazione anno 2018
  • Protocollo d’intesa stabilizzazione distacchi

Informativa

  • Smart working

PROGETTI DI VALORIZZAZIONE ANNO 2018

Per quanto concerne il primo punto all’ordine del giorno è stato approvato il piano di valorizzazione del patrimonio culturale, di cui agli allegati documenti con le specifiche in essi contenute.

Gli Istituti interessati trasmetteranno entro e non oltre 10 giorni dalla data di realizzazione degli eventi ed in caso di eventi continuativi entro la data del primo evento, previa contrattazione decentrata locale,  alla Direzione generale Bilancio e alla Direzione Generale Musei,  le adesioni al progetto specificando le modalità di partecipazione ed il numero delle unità partecipanti  per singola apertura, distinte per Area.

Nell’ambito del confronto sindacale a livello decentrato locale, le parti potranno definire l’articolazione oraria dei progetti di valorizzazione, tenendo conto degli orari di servizio e dell’esigenza di assicurare la migliore realizzazione del progetto.

La partecipazione al progetto del personale è su base volontaria.

Possono partecipare al progetto, i dipendenti appartenenti alle aree I, II e III, dando priorità, per le aperture serali straordinarie (aperture serali straordinarie in occasione delle giornate europee del patrimonio e per le aperture serali settimanali dei musei e dei parchi archeologici autonomi) per l’area II, al personale appartenente ai profili professionali dell’area della vigilanza con salvaguardia di un terzo del personale normalmente addetto all’apertura.

Per tutte le aperture serali straordinarie, il numero dei dipendenti partecipanti al progetto per ciascuna apertura non può superare del 10% il numero del personale previsto per l’apertura ordinaria del sito in ciascun turno.

Il compenso previsto per tutti i progetti è di € 100 al lordo oneri dipendente per l’area III (€ 132,7 al lordo degli oneri dell’Amministrazione) e di € 80 al lordo oneri dipendente per l’area I/II (€ 106,16 al lordo degli oneri dell’Amministrazione).

Al termine del progetto, previa contrattazione decentrata locale, è svolta la verifica in sede periferica. Le relazioni da parte dei capi d’Istituto contenenti l’avvenuto svolgimento degli eventi, il numero dei visitatori, il numero di personale che ha effettivamente partecipato distinto per Aree e il costo complessivo dovranno pervenire entro e non oltre il 31 dicembre 2018, alla Direzione generale Bilancio e alla Direzione Generale Musei.

Per maggiore completezza di informazione si allega l’accordo siglato e le relative tabelle. 

PROTOCOLLO D’INTESA STABILIZZAZIONE DISTACCHI

In merito a questo punto dell’ordine del giorno dopo ampia discussione è stato siglato l’accordo per la stabilizzazione dei distaccati che si allega .

Pertanto a decorrere dal 1 giugno 2018,  tutti coloro che intendono essere trasferiti nella sede di effettivo servizio dovranno trasmettere apposita accettazione al Servizio II della DG-OR e agli uffici interessati (di organica assegnazione, di effettivo servizio e competenti Segretariati regionali) entro i termini stabiliti con apposita circolare.

Il personale non interessato al trasferimento rientrerà alla data di scadenza del provvedimento di distacco nella sede di organica assegnazione, che comunicherà a tutti gli uffici interessati la data di effettivo rientro, fatta salva la possibilità di opzionare, entro 30 giorni, l’eventuale trasferimento nella sede di servizio.

Per quanto concerne invece, il personale in servizio presso gli Uffici di diretta collaborazione del Ministro resterà in servizio presso i predetti Uffici, ai sensi della normativa vigente, per la durata del relativo incarico, con possibilità su richiesta dell’interessato, al termine del periodo di assegnazione presso gli Uffici di diretta collaborazione, di rientrare nella sede di organica assegnazione o di essere assegnato presso altro Ufficio dell’Amministrazione nei limiti della pianta organica, nelle more di tale procedimento il predetto personale resta assegnato presso la scrivente Direzione generale.

La posizione del personale MiBACT in servizio in posizione di comando presso l’Archivio di Stato di Bolzano resta disciplinata dal D.P.R. 26 luglio 1976, n. 752 e successive modificazioni, recante “Norme di attuazione dello statuto speciale della regione Trentino-Alto Adige in materia di proporzione negli uffici statali siti nella provincia di Bolzano e di conoscenza delle due lingue nel pubblico impiego”. La posizione di detto personale continua ad essere gestita dall’apposito Ufficio del Commissariato del Governo per la Provincia di Bolzano.

Il personale distaccato presso le Biblioteche annesse ai monumenti nazionali permarrà in posizione di assegnazione temporanea, nelle more della ridefinizione delle dotazioni organiche.

Il personale di nuova assunzione con vincolo triennale di permanenza nella prima sede, assegnato temporaneamente per tutele ex lege, permarrà in posizione di assegnazione temporanea.

L’Amministrazione si riserva, fino alla data del 31 dicembre 2018, di valutare ai fini di una eventuale proroga la situazione dei dipendenti destinatari di provvedimenti di collaborazione in essere alla data di sottoscrizione del presente Protocollo d’Intesa.

Sono fatte salve le tutele dei dirigenti sindacali previste dai CCNQ vigenti.

In caso di istanza di due o più dipendenti che interessino le medesime sedi in entrata e in uscita, per la medesima area e medesimo profilo rivestiti dai dipendenti richiedenti, sarà possibile assegnare definitivamente il suddetto personale nella sede richiesta e concludere il relativo procedimento.

La presente modalità di mobilità a scambio può essere utilizzata anche dal personale di nuova assunzione con vincolo triennale di permanenza nella prima sede.

In caso di procedura d’interpello, il personale che propone istanza sarà assegnato definitivamente, previo parere positivo del Direttore dell’Istituto d’uscita del dipendente, nonché verifica della copertura organica minima per ciascun profilo professionale che non può essere inferiore al 70%. Per i profili professionali, la cui dotazione organica prevede un numero di posti inferiori alle 4 unità, la percentuale di uscita è ridotta al 50%.

Infine, sarà bandita con cadenza annuale una procedura di mobilità interna volontaria, previo Accordo con le organizzazioni sindacali in ordine ai criteri da utilizzare.

SMART WORKING

In merito allo Smart Working si allega il relativo Decreto.

Cordiali saluti

IL COORDINAMENTO NAZIONALE

CONFSAL-UNSA BENI CULTURALI

Scarica e stampa il comunicato sindacale n. 4