DALLE RSU AL 1 MAGGIO IN PIAZZA A NAPOLI ORGOGLIO – PASSIONE – AMICIZIA – RESPONSABILITA’ DI MASSIMO BATTAGLIA, SEGRETARIO GENERALE DELLA FEDERAZIONE CONFSAL-UNSA

Cari Amici, 

abbiamo vissuto insieme una campagna elettorale dura, a volte volgare, spesso cattiva, con OO.SS. che non hanno reso onore al nobile mandato che avrebbero dovuto svolgere, avendo detto e scritto anche cose false pur di screditare l’avversario sindacale.

Ma come sempre accade nella vita di tutti i giorni, la falsità non paga.

La Federazione Confsal-UNSA con il suo impegno costante, serio, fatto di conquiste concrete e non di parole, ha invece visto aumentare i propri consensi anche in questa tornata elettorale e vedrà per certo aumentare la propria rappresentatività quando saranno certificati i dati dall’Aran.

Il riscontro che riceviamo dall’esito elettorale ci inorgoglisce perché vediamo primeggiare l’UNSA in tante aree d’Italia, in diversi Ministeri e anche nei continenti del mondo grazie al Coordinamento Esteri di questa O.S. Ottimo il risultato ottenuto anche nelle Agenzie Fiscali, così come è da segnalare che per la prima volta l’UNSA si è presentata negli Enti Pubblici Non Economici, come l’Inps, l’Inail, l’Aci, gli Enti Parco e negli Enti ex art. 70.

Il sindacalismo autonomo dell’UNSA si vede riconoscere dai lavoratori, oggi ancor di più, quel ruolo che ci siamo conquistati in 64 anni di storia. 

Cosa ci distingue dagli altri? Molte cose, che ho voluto indicare chiaramente nel titolo.

Prima di tutto il senso di orgoglio di appartenere ad un sindacato portatore di valori, che mette al centro la persona, il lavoratore e il suo contesto di vita, la sua famiglia. Il senso di appartenenza ad una struttura che si fonda sul dialogo locale negli uffici, e nazionale con la Segreteria. Un dialogo costante, che è una modalità di vita di chi è nell’UNSA e dell’UNSA.

Ed è questo che negli anni ha cementato un gruppo a tutti i livelli, nazionale, regionale e provinciale, fondato sull’Amicizia, su rapporti profondi, autentici, trasparenti, indipendenti dai ruoli ricoperti nel sindacato. L’UNSA è una comunità viva di donne e di uomini che credono nella necessità di avere un sindacato autonomo forte, autorevole, capace di costruire accordi che portano risultati concreti per i lavoratori. Un sindacato capace di esercitare il proprio mandato non puntando sul mal di pancia, sul disfattismo, sulla rabbia delle persone, ma sulla voglia di costruire. Un sindacato responsabile, perché chi fa sindacato ha la responsabilità di portare risultati concreti ai lavoratori, non di gridare e basta.

Infine Amici, la giornata del 1° maggio a Napoli in piazza Plebiscito è stata da incorniciare e sarà ricordata nel tempo.

Vedere la piazza gremita, con tutte le federazioni della Confsal, la più grande confederazione autonoma d’Italia, con i loro lavoratori e con le loro famiglie, è stato emozionante. Così come è stato un orgoglio, vedere tante bandiere dell’UNSA sventolare in questa piazza gioiosa e determinata a lottare per un paese più giusto in cui il lavoro sia riconosciuto a chi lo cerca e dignitoso per chi lo ha.

Abbiamo chiesto un cambiamento per il Paese, in cui diritti e doveri devono andare insieme; in cui tutti possano sentirsi utili e dare il proprio contributo alla società; in cui gli ultimi possano sedersi a tavola con i primi.

Abbiamo chiarito che per noi il sindacato deve stare con gli ultimi, con chi ha bisogno. Questa è la strada maestra del sindacato vero e l’UNSA sa da sempre con chi stare.

Quindi, per concludere… per le RSU, per il 1° maggio, per la voglia, la forza, la passione di stare insieme e credere negli stessi valori, rendendo ancora più forte e vivo un grande sogno chiamato UNSA…

GRAZIE RAGAZZI!

Un grande ed affettuoso abbraccio.

Roma, 3.05.2018                      

Massimo Battaglia

Scarica e stampa la news del 03.05.2018