COMUNICATO STAMPA DEL 08 FEBBRAIO 2018

TFR DIPENDENTI PUBBLICI RICORSO UNSA

Ritardato pagamento TFR dipendenti pubblici, il Tribunale di Roma fissa ad aprile 2018 la trattazione del ricorso Confsal-UNSA sulla questione di costituzionalità COMUNICATO STAMPA 6/2/2018 «Lo avevamo preannunciato ed abbiamo mantenuto la promessa» così esordisce Massimo Battaglia, Segretario Generale della Federazione Confsal-UNSA «Il Tribunale di Roma, dopo il dibattimento di ottobre 2017, definirà nella prossima udienza, fissata ad aprile 2018, il nostro ricorso contro la vergognosa normativa che impedisce ai lavoratori pubblici pensionati il regolare pagamento del TFR o del TFS.

Ad oggi, infatti, la buonuscita viene erogata dall’INPS in due o più tranche annuali, a partire dal 27° mese successivo al pensionamento» «Troviamo scandaloso che oltre all’innalzamento dell’età pensionabile introdotta dalla Legge Fornero, il lavoratore pubblico debba aspettare addirittura 27 mesi per avere un mero acconto del TFR o del TFS» spiega Battaglia, che precisa «La Federazione Confsal-UNSA, la quarta O.S. maggiormente rappresentativa dei dipendenti pubblici, confida nell’accoglimento del nostro ricorso da parte del Tribunale di Roma, sollevando la questione di legittimità costituzionale della norma, per violazione del principio di eguaglianza, a causa della disparità di trattamento dei dipendenti pubblici rispetto ai lavoratori privati, i quali a buon diritto percepiscono il TFR dopo un mese circa dal pensionamento. »

Scarica e stampa il comunicato stampa del 08.02.2018