INVIO DOMANDA PER IL RICONOSCIMENTO DEI BENEFICI PER I LAVORATORI ESPOSTI AI LAVORI USURANTI E AGENTI NOVICI

lavori-usuranti

 

In merito a quanto prospettato con la news del 15/11/2017 relativa al riconoscimento dei benefici per i lavoratori esposti alle sostanze nocive di cui all’elenco n. 1 del Decreto Luogotenenziale n. 1100/191.

Precisamene si evidenzia l’attività lavorativa e all’esposizione degli agenti nocivi e pericolosi alla salute in particolar modo per quanto concerne i nei gruppi III e IV allegati al DPR n. 146/75, con avvenuta attestazione a riguardo.

Le modalità intese ad ottenere tale riconoscimento devono esplicitarsi con quanto qui sotto elencato: 

  1. nei “libretti individuali di rischio”;
  2. nella Cartella Sanitaria e di Rischio, prevista dall’art.25 del D. Lgs. 81/08, che il Medico competente è tenuto a redigere ed aggiornare;
  3. attraverso dichiarazioni rilasciate dai dirigenti, visti gli atti di Ufficio.  

Pertanto, a seguito del combinato disposto della normativa di cui sopra e dell’art.25 del DPR n.1092/73, ai lavoratori riconosciuti tali lavori usuranti, potranno avere il riconoscimento di un quarto relativamente al servizio effettivamente reso e documentato.

Altresì, il Coordinamento Nazionale Confsal-Unsa beni culturali a seguito di numerose richieste da parte degli interessati, ha predisposto la domanda che si allega, per la richiesta per il riconoscimento dei benefici per i lavorati esposti a lavori usuranti e agenti nocivi.

Tale istanza, dovrà essere inoltrata per via gerarchica, per il tramite dell’Istituto di appartenenza alla Direzione Generale Organizzazione.

Si raccomanda di compilare la domanda in tutte le sue parti, in particolare per quanto concerne i dati personali, il profilo professionale e area di inquadramento, nonché la decorrenza giuridica ed economica, nonché gli eventuali passaggi di qualifica e la sussistenza dei periodi dell’attività lavorativa inerente l’esposizione a rischio effettivamente certificata.

Infine, si precisa che la consultazione della propria Cartella Sanitaria si rende indispensabile per comprovare la sussistenze del rischio accertato. Qualora invece, il dipendente interessato non rilevi alcun elemento in suo favore inteso a comprovare tale situazione di rischio, potrà rivolgersi al medico competente al fine di richiedere la relativa certificazione.

Questo Coordinamento Nazionale, con tale doverosa informativa, spera di aver colmato le numerose richieste e di aver svolto come sempre un servizio per quanti coloro intendano avvalersi dei benefici di cui sopra.

Cordiali saluti 

IL COORDINAMETNO NAZIONALE

CONFSAL-UNSA BENI CULTURALI 

All n. 1 – modello di domanda

Scarica  e stampa la news del 24.11.2017