COMUNICATO STAMPA DEL 09 MARZO 2017

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Tumblr
  • LinkedIn
  • Blogger
  • Pinterest
  • Email
  • RSS

ARTE: CONFSAL UNSA, APPELLO A CARD. BETORI PER OPERA GIOTTO ERA PER CHIESA SAN GIORGIO ORA IN ‘ABBANDONO’

 Gentile_da_fabriano,_Madonna_with_Child_and_Two_Angels

La tavola “Madonna in Trono con bambino e due angeli” di Giotto “verrà restituita alla visibilità pubblica o verrà nuovamente relegata in un ‘polveroso dimenticatoio’ o Museo chiuso al pubblico, o forse destinata ad un prossimo viaggio mercificante?”. E’ quanto chiede di sapere il coordinatore regionale del sindacato Confsal Unsa Beni culturali Learco Nencetti a proposito dell’opera commissionata per la Chiesa di San Giorgio alla Costa a Firenze e della quale lo stesso sindacato ha chiesto il sequestro cautelativo per le condizioni di “abbandono” in cui si trova.

Nencetti si rivolge con una lettera aperta all’arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori, “anche nella sua qualità di Accademico dell’Accademia Vasariana delle Arti del Disegno che le ha riconosciuto il merito della salvaguardia e conservazione del Patrimonio religioso materiale e immateriale fiorentino”, dopo aver rinnovato la preoccupazione per “lo stato in cui versa ancora la Chiesa di San Giorgio alla Costa ed una parte del patrimonio storico, religioso ed architettonico della Sua Diocesi”.

La tavola, dice Nencetti, “non solo era stata per tutti questi anni obnubilata agli occhi di visitatori e devoti, ma aveva subìto una serie di spostamenti e veri propri viaggi verso le Mostre più disparate: Mosca, Lucca, Milano”. “Fra l’altro – aggiunge – non si è tenuta in considerazione la fragilità di questa antica pala risalente al 1288 che, a seguito dell’ultima movimentazione e permanenza presso la Mostra milanese (2015-2016) ha subìto alcuni danni tanto da essere attualmente ricoverata, dopo un accurato restauro, presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze”.

Scarica e stampa il comunicato stampa del 09.03.2017

Share and Enjoy