QUANTO TEMPO OCCORRE ASPETTARE PER L’ATTIVAZIONE DEI TAVOLI TECNICI

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Tumblr
  • LinkedIn
  • Blogger
  • Pinterest
  • Email
  • RSS

 

L’UNSA HA INOLTRATO FORMALE RICHIESTA PER L’AVVIO DELLA DISCUSSIONE E DEL CONFRONTO PROPEDEUTICO PER DARE CORSO ALL’INSEDIAMENTO DEI TAVOLI TECNICI

2014_03_17_11_45_47

Si comunica che in data odierna l’Unsa ha inviato una propria nota, che si riporta qui di seguito, al Capo di Gabinetto, al Segretario Generale, al Direttore Generale Organizzazione, al Dirigente dell’ufficio di Gabinetto e al Direttore del Servizio II, con la quale è stata inoltrata formale richiesta per l’avvio della discussione e del confronto propedeutico per dare corso all’insediamento dei tavoli tecnici.

OGGETTO: FORMALE RICHIESTA ATTIVAZIONE TAVOLI TECNICI

Egregi,

così come ben ricorderete, a seguito della riunione con il Ministro On.le Dario Franceschini tenutasi in data 30 agosto 2016, si era pervenuti alla conclusione della necessità di attivare due Tavoli tecnici “che comunque non costituiranno sostituzione del tavolo di contrattazione istituzionale”, così come anche riportato nel nostro comunicato sindacale n. 16/16 di pari data e divulgato a tutti i lavoratori del MiBACT.

Orbene, nel corso della riunione in discorso, il Sig. Ministro sviluppò delle argomentazioni positive in merito alla complicata fase di riforma, dichiarandosi peraltro consapevole del fatto che, per ovvi motivi, si erano create delle aspettative, disagi e contrarietà.

Sempre nel corso della riunione del 30 agosto 2016, emersero una serie di problematiche tra le quali:

  • Quelle relative alla carenza di organico;
  • Il fatto che le direzioni dei musei autonomi stentavano a decollare;
  • Mancanza di una linea amministrativa;
  • Controllo della spesa;
  • Poli museali che non avevano ancora una struttura definita;
  • Gestione delle vertenze sindacali;
  • Tavoli di raffreddamento dei conflitti sindacali;
  • Graduazione dei provvedimenti di mobilità d’ufficio di fronte ad eventuali esuberi;
  • Laboratori di restauro;
  • Situazione degli archivi e biblioteche;
  • Vertenze scorrimento idonei;
  • Necessità di nuovi concorsi per il personale intermedio (in particolare quello appartenente all’area vigilanza);
  • Revisione dei profili professionali esistenti;
  • Passaggi orizzontali;
  • Nuove progressioni economiche;
  • Situazione Ales e Arcus, che di fatto esercitano attività di assunzione a scapito dei regolari concorsi pubblici;
  • Copertura della dotazione del personale dirigente;
  • Modifica del sistema di valutazione.

Al termine di una costruttiva discussione, già riportata nel comunicato sopracitato, il Ministro confermò, come detto nelle premesse, che sarebbe stato utile attivare due Tavoli tecnici.

Poiché dalla data succitata a tutt’oggi non è ancora pervenuta alcuna convocazione, nonostante che l’Amministrazione abbia chiesto alle OO.SS. i nominativi per la composizione dei Tavoli, si chiede formalmente e con la massima urgenza che tali Tavoli vengano finalmente attivati.

Si resta in attesa di quanto sopra e si inviano distinti saluti.

IL SEGRETARIO NAZIONALE

DOTT. GIUSEPPE URBINO

Scarica e stampa il comunicato sindacale n. 20/16

Share and Enjoy