RIUNIONE DEI QUADRI SINDACALI, RICCIONE, OTTOBRE 2016, UN GRAZIE DI CUORE.

VIDEO, IL FARE SINDACATO DELL’UNSA.

 14705606_1348654798508157_502175792661424662_n

La riunione dei quadri sindacali tenutasi a Riccione, oltre la grandissima partecipazione ha evidenziato ancora una volta la grande passione e aggiungo, la grande amicizia che unisce chi fa parte della Federazione UNSA. Questo legame, ci dice chi viene da altre esperienze sindacali precedenti, non si trova da nessun’altra parte, e supera ogni vincolo di struttura e di gerarchia; ed è per me una cosa straordinaria che spero duri nel tempo.

La riunione di Riccione si è aperta sottolineando il grande valore giuridico della sentenza n. 178/15 della Corte Costituzionale, grazie agli interventi dell’avv. Lattari, del prof. Belletti costituzionalista presso l’Università di Bologna e alla presentazione del libro edito dalla Curcio Editore, e scritto dall’avv. Lattari, dal titolo “Breviario di diritto sindacale dopo la sentenza della Corte Costituzionale n. 178/15”.

La giornata è proseguita con un prezioso intervento del dott. Benzia, dirigente dell’Ufficio di Gabinetto del Ministro dei Beni Culturali, molto apprezzato dalla platea dei delegati, che ci ha mostrato come l’amministrazione, che rappresenta la nostra controparte, cerca di analizzare le criticità e trovare soluzioni, anche attraverso percorsi sindacali.

Dal punto di vista politico ritengo che la giornata sia stata importante perché riunisce sotto l’insegna della grande famiglia UNSA anche gli amici della Federazione Confsal-Salfi. Per loro si tratta di un ritorno a casa, accolto dall’UNSA con grande amicizia e anche con la consapevolezza di costruire, insieme, e di rafforzare, sempre insieme, la voce del nostro sindacalismo autonomo, che rappresenta sempre più la quarta forza indiscussa nel panorama delle funzioni centrali.

Colgo l’occasione con queste poche righe per ringraziare l’amico e Segretario Generale della Federazione Confsal-SALFI, Sebastiano Callipo, la Sua Segreteria Generale, e tutti i responsabili sindacali che hanno con impegno voluto tutto questo, dimostrando lungimiranza, capacità politica e visione del futuro.

È stato inoltre molto apprezzato l’intervento di Daniele Bedetti, della Segreteria Generale della FIALS, in rappresentanza della sua Federazione del comparto sanità, con cui l’UNSA ha da tempo un rapporto di attenzione reciproca, di stima e di amicizia, e con cui condivide prospettive e qualità dell’impegno sindacale.

Nel corso dei lavori il dibattito è stato ampio ed ha toccato le cose che come Federazione dobbiamo nell’immediato e quelle da fare nel prossimo futuro.

Su quelle da fare subito, abbiamo parlato della necessità di rispondere sindacalmente con forza alla decisione del governo di individuare risorse del tutto inadeguate per i rinnovi contrattuali. Se non saranno soddisfatte le nostre richieste, a breve scenderemo di nuovo in piazza, congiuntamente, per difendere il diritto dei lavoratori pubblici ad un giusto contratto.

Infine, appena riceveremo la direttiva del governo per l’apertura dei contratti, presenteremo la nostra piattaforma sui seguenti punti: 

  1. Giusta retribuzione
  2. Diritto alla carriera
  3. Modifica legge Brunetta
  4. Rafforzamento della contrattazione
  5. Dirigenza pubblica 

Dal punto di vista legislativo chiediamo:

  1. Modifiche alla riforma delle pensioni
  2. Interventi sul trattamento di fine rapporto / servizio
  3. Partecipazione dei lavoratori agli utili dell’amministrazione

Chiudo con un ringraziamento a tutti voi che rendente possibile questa grande avventura di un sindacalismo autonomo pulito che vuole rinnovare il modo di fare sindacato in Italia, inviandovi il video che ha aperto i lavori della riunione di Riccione e che è stato molto richiesto dai presenti.

Un video che ci pone delle domande e che mi auguro, ci aiuti a trovare delle risposte.

(Cliccare sull’immagine o https://youtu.be/4pG6OwW0qUY )

news del 17.10.2016

Scarica e stampa la news del 17.10.2016